Il Panathlon Club International di Volterra ha festeggiato nel 2010 i sui primi 20 anni di attività.
Il 10 marzo del 1990 infatti alcuni appassionati di sport , rappresentanti della società civile e “sportiva” di Volterra decisero di dare vita a questo Club sull’onda della espansione di altri Club in Toscana ed in particolare nella provincia di Pisa. La giurisdizione territoriale assegnata al Club fu  estesa ai Comuni dell’Alta e Bassa Val di Cecina,delle colline Livornesi  e dell’alta Val D’Era fino al confine con i comuni di Ponsacco e Pontedera. Il club nasce con lo scopo di valorizzare e divulgare i principi etici dello sport e la conoscenza delle discipline sportive nel territorio assegnato.
Il primo presidente fu il dr. Giuseppe Mascolo e con lui 15 soci fondatori . Oggi,dopo 20 anni  il Club Panathlon di Volterra conta oltre 50 soci e tra questi, come soci onorari, sono annoverati  il Presidente della Fondazione CRV, dott. Edoardo Mangano ed il presidente della Cassa di Risparmio SpA, Prof. Giovanni Manghetti, ed in attesa di conferma come socio onorario proposto il Campione di ciclismo Paolo Bettini.
In questi anni di attività molti sono stati gli sportivi di fama nazionale e internazionale ospiti del Club: ad iniziare dagli olimpionici di canottaggio, i fratelli Abbagnale –ospiti sotto la presidenza del notaio dr. Francesco Marcone, poi vincitori della medaglia d’Oro alle Olimpiadi;dai Campioni olimpionici di scherma Vezzali e Trillini e la medaglia d’oro di pallanuoto lilly Allucci sotto la presidenza Furiesi; dal campione olimpionico e Commissario Tecnico della Nazionale di Ciclismo,Paolo Bettini arrivato a Volterra sotto la  Presidenza del dr.Giorgio Mariani. Poi preme ricordare anche ospiti quali Luciano Spalletti, di madre Volterrana e già allenatore della Roma e dello Zenit a San Pietroburgo; l’ex calciatore Igor Protti e l’allenatore Giuseppe Papadopulo. Sotto la presidenza dell’Avv. Flavio Nuti sono stati ospiti l’arbitro internazionale Piero Ceccarini, l’ex campione di pallavolo Andrea Zorzi,il cestista azzurro  Massimo Bulleri”, l’olimpionico di scherma Salvatore Sanzo. Il club in questi anni ha sostenuto e organizzato convegni , manifestazioni ed eventi sportivi fra i quali da ricordare l’inaugurazione insieme al Centro Sportivo Italiano ,presente il dr. Massimo Achini presidente nazionale CSI, della “Scuola dello Sport” ovvero una serie di seminari ed incontri sulle tematiche dello sport che hanno visto la partecipazione di studenti,insegnanti ed educatori per approfondire temi come l’etica, il fair play, i metodi di allenamento, i riflessi dello sport nell’apprendimento: di quest’ultimo tema peraltro il club ha partecipato,con l’ausilio del socio e past presidente dott. Marco Martini, ad una serie di incontri con gli studenti liceali in occasione del premio Chiara Dei , dando un contributo fattivo sulla scelta dell’elaborato vincitore. Fra gli eventi invece che il club ha sostenuto con premi, sponsorizzazioni ,o organizzato direttamente negli ultimi anni nel territorio possiamo ricordare: l’annuale quadrangolare di pallanuoto “Francesco Gazzarri”, le annuali partite del Torneo Mondiale giovanile di calcio di Viareggio, organizzate dall’ACD geotermica, alcune manifestazioni della locale Atletica Volterrana ( la gara podistica Volterra-S.Gimignano) e del Centro Sportivo Italiano (ilTorneo Benassai di calcetto),alcune importanti gare e manifestazioni di nuoto ,pallavolo, basket e Pattinaggio a rotelle.
Una considerazione particolare merita il convegno, sponsorizzato dal Club, ideato e organizzato dai giovani studenti dei Licei Volterrani “Fuori come va”         per i 150 anni dell’Unità d’Italia , che ha visto oltre la partecipazione di grandi personalità della cultura e delle istituzioni anche del Presidente Internazionale  Enrico Prandi,del presidente dell’ANPIS Roberto Grelloni e con l’esperienza del pluricampione di ciclismo per disabili Grassi.
Il Club , quindi si è impegnato e si impegna a sostenere tutte le iniziative locali e del territorio a favore dello sport nell’ottica della divulgazione dei valori di Fair-Play , dell’etica nello sport giovanile e della lotta al doping, principi che il club ha diffuso e cerca di diffondere soprattutto fra i giovani, nelle scuole, nelle società sportive e nelle istituzioni culturali ed educative del territorio.